Tiriamo le somme

 

Lumachina sul diario.Caro Diario,
agosto è arrivato correndo, al contrario di quello che fanno le lumache, e noi non avevamo ancora finito di fare le nostre cose. Quest’anno per la sagra estiva abbiamo introdotto tante novità: il nuovo sito, le prenotazioni online, il navigatore, le cartoline per raccogliere le opinioni dei clienti, e non siamo nemmeno riusciti a fare tutto quello che avevamo in mente. Il tempo è volato. Poi sono iniziate ad arrivare le prenotazioni, e la sagra è iniziata.

Per tutta la prima settimana il caldo non ha dato tregua, né a noi organizzatori (alcuni volontari della cucina e dei ragazzi stavano alla Polivalente tutto il giorno) né agli ospiti. Siamo rimasti colpiti però, da chi, passando in cassa diceva “fa caldo, ma si sopporta per mangiare così bene“. Una piccola frase che ci ha rinvigorito, accantonando il pensiero per le temperature. Insieme al caldo poi, c’erano le zanzare. Nonostante facessimo un trattamento al giorno, persistevano. Una volta fatto tutto il possibile per migliorare l’ambiente, non ci rimaneva che puntare sulla qualità dei piatti. Così è stato e anche con questi ostacoli non indifferenti, siamo riusciti a riconfermare le presenze dell’anno scorso.

Una sera alla Sagra della LumacaMolti sono arrivati da lontano, Padova, Bergamo, Modena, Bologna, e addirittura è arrivato un pullman da Forlimpopoli. Siamo veramente contenti di avere un pubblico così vasto e affezionato. Un enorme ‘grazie‘ a chi è venuto a mangiare questa estate, combattendo le zanzare il caldo. Grazie anche a chi ci ha dato un riscontro con le cartoline che abbiamo distribuito.

Quando un evento funziona, sembra sempre che vada tutto bene, invece noi abbiamo voluto sentire le vostre opinioni e i vostri pareri, per capire come ci vedete e dove possiamo migliorare. Le abbiamo lette tutte (2241 cartoline), segnando le cose più importanti per l’organizzazione dell’anno prossimo. Un’altissima percentuale era costituita da commenti positivi che hanno fatto molto piacere; altre ci davano consigli, di cui terremo conto per le prossime edizioni della sagra. Però, la soddisfazione più grande è stata quando una signora francese è entrata in cucina e si è complimentata per la Borgogna. Lì, siamo rimasti senza parole.

Fuochi d'artificio.Che altro dire… La settimana calda poi è finita e gli ospiti si son potuti godere anche gli spettacoli della Fiera di San Lorenzo. L’ultima sera ci siamo radunati tutti fuori a guardare i fuochi d’artificio insieme e scherzare.

Nei giorni successivi alla sagra, arrivavano ancora telefonate per delle prenotazioni ma ormai avevamo finito il servizio, così li abbiamo invitati a Pilastri di Bondeno il 22-23-24 settembre per mangiare altre lumache e se ne hanno voglia, anche del tartufo.

La prossima volta ti faremo sapere com’è andata a Pilastri, caro Diario…
A presto!